Le migliori fotocamere istantanee digitali: prodotti, fasce di prezzo e classifiche degli utenti

Se non si riesce proprio a rinunciare alle fotografie dello smartphone, ma allo stesso tempo si è appassionati di fotografia vintage, le fotocamere istantanee digitali sono il prodotto da acquistare.

Contemporaneamente macchine fotografiche e stampanti, la maggior parte sono dotate di display che permette di guardare le fotografie appena scattate e scegliere quale stampare. Inoltre, attraverso il bluetooth si collegano ai cellulari. Diventano quindi stampanti per le foto scattate con quest’ultimo, oppure dalla camera al telefono possono essere inviate fotografie per essere modificate.

Sono gettonate soprattutto tra chi ha fatto dei social il proprio lavoro, perché danno alle immagini sfumature pastello e colori retro molto in voga su Instagram.

Fascia di prezzo bassa

Sono ideali per i fotografi alle prime armi. Gli scatti non eccellono in qualità, ma per un costo che si aggira intorno ai 70 euro è un compromesso a cui bisogna scendere. La Canon ha prodotto una linea divertente nei colori e nel formato. Dà ottime prestazioni negli scatti da lontano (panorami, foto di gruppo) ma perde un po’ nei ritratti e nei selfie, nonostante sia anche dotata di uno specchietto accanto all’obiettivo.

Il flash integrato è abbastanza potente. Riesce a illuminare anche a 2/3 metri di distanza in un ambiente completamente buio e la batteria, con una capacità fino a 25 scatti, si ricarica in pochissimo tempo: appena 90 minuti per una carica completa.

Fascia di prezzo media

Per un costo che superi di poco i 100 euro si possono acquistare buone fotocamere digitali di marca Kodak o Polaroid. Si dovrà un po’ sacrificare la qualità dello scatto, essendo queste camere dotate di sensori che non superano i 16 megapixel, ma tutto sommato godono di un buon rapporto qualità-prezzo.

Leggere e molto piccole, le digitali Polaroid permettono anche di scegliere se si preferisce o meno la presenza del tradizionale bordo bianco. Inoltre, si può scattare in modalità normale, in bianco e nero o in color seppia. La batteria, ricaricabile tramite ingresso USB, ha una durata di circa 30/40 scatti. Non male per una macchina che è anche una stampante. E la possibilità di inserire una microSD permette di scattare praticamente all’infinito.

Le digitali Kodak di questa fascia di prezzo, come le Polaroid, hanno la scocca completamente in plastica: questo permette di abbattere decisamente i costi. Grazie al bluetooth integrato si connettono allo smartphone sia per stampare foto scattate con questo, sia per usarlo come telecomando per dare il clic da remoto alla fotocamera. Inoltre, collegandole all’app dedicata (scaricabile sia su Android che su Apple), è possibile ritoccare o tagliare le foto prima di stamparle.

Fascia di prezzo alta

Ovviamente, salendo di prezzo, si alza anche la qualità della macchina. Per chi è disposto a spendere dai 150 euro in su sia Fujifilm che Polaroid hanno realizzato ottimi prodotti.

Non sempre gli utenti hanno recensito con cinque stelle queste fotocamere. A quel prezzo si poteva sperare in più funzionalità, come per esempio l’attacco per il treppiede, assente in alcuni modelli di questi modelli. Però le foto sono senza ombra di dubbio di un livello superiore.

Possiedono il display (touchscreen sia in Polaroid che in Fujifilm) e girano anche dei brevi video Full HD da cui estrapolare il frame che, eventualmente, si desidera stampare. Inoltre, la modalità autoscatto permette di impostare un timer da 3 a 10 secondi.

Piccola pecca è che le pellicole sono abbastanza costose (circa 20 euro per 20 scatti), ma in compenso, potendo anche decidere di non stampare e salvare le foto solo sulla microSD, si può risparmiare in questo modo.

Inoltre, rispetto ai modelli precedenti, la Fujifilm digitale di questa fascia di prezzo non ha un’app dedicata, quindi le foto possono essere modificate solo dalla camera.

Giornalista, appassionata di scrittura e lettura. Ho diverse esperienze alle spalle, tra cui quelle nelle redazioni di Fanpage e SkySport24. Il mio obiettivo nella vita è imparare quante più cose possibili e fare la giornalista mi è sembrato, fin da quando ero bambina, il modo migliore per saziare questa mia enorme curiosità nei confronti del mondo. Mi appassiona tutto ciò che è legato allo sport e alla cucina.

Back to top
menu
fotocamereistantanee.it